Cavalese, emozionante serata con l’ Onorevole Maria Fida Moro

Da il 31 marzo 2011

Sala conferenze della biblioteca colma  ed emozionata martedì sera a Cavalese, per la serata organizzata dal Comune con l’ Onorevole Maria Fida Moro, Senatrice della Repubblica nella x Legislatura e  figlia primogenita dei quattro figli di Aldo Moro, leader democristiano e cinque volte Presidente del Consiglio dei Ministri. Presente al tavolo dei relatori con la madre, anche Luca, nipote di Aldo Moro, spesso citato nelle lettere dal carcere brigatista: al tempo Luca aveva meno di due anni.Nell’ introduzione alla serata il vicesindaco, Michele Malfer ha ricordato come a 33 anni dal rapimento ( era il 16 marzo del 1978 …oggi 29 marzo 2011, quasi un anniversario…) la verità storica sia oscillata spesso fra due poli: la congiura del silenzio da una parte e la memoria negata dall’ altra. E proprio il titolo assegnato alla serata: “La verità negata del caso Moro”, voleva riflettere su alcune cose non dette o non completamente chiare della vicenda Moro.La serata è stata però l’ occasione per poter approfondire la profondità del personaggio Moro, del politico profondo, che il Papa di allora Paolo VI aveva definito” buono, mite, saggio, innocente, amico…”, del sequestro (toccanti alcuni riferimenti  ai 5 uomini della scorta che, in poche secondi vennero uccisi), della prigionia (55 giorni), della morte (che avvenne a 61 anni). Ma anche dell’ uomo Moro, il marito, il padre, il nonno.
Molti i riferimenti alla Valle di Fiemme e alle sue montagne, sempre vista da tutta la famiglia Moro come un approdo sicuro e di Pace.
maria fida moro a cavalese predazzo blog 1 225x300 Cavalese, emozionante serata con l Onorevole Maria Fida MoroIn conclusione, prima di un lunghissimo applauso, la considerazione che Aldo Moro fu veramente uomo giusto, fine politico, uomo di cultura e di grande fede, ma soprattutto un uomo che credeva davvero che un mondo migliore fosse possibile.
serata dai grandi spunti, dalle forte emozioni e che ha fatto tornare, almeno per un attimo, molti dei presenti in sala indietro nel tempo.

Michele Malfer.

Questo articolo è già stato letto 3037 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi