Elezioni Comunali in Trentino: 205 comuni, 434 aspiranti sindaco e 9500 candidati.

Da il 14 aprile 2010

1000444 5 fascia%2520sindaco Elezioni Comunali in Trentino: 205 comuni, 434 aspiranti sindaco e 9500 candidati.  Signori, si parte. In campo c’è un esercito di 9500 candidati (9.433 per la precisione) che il prossimo 16 maggio si sfideranno per un posto nel consiglio dei 205 comuni trentini che rinnovano la propria assemblea. In questo conto ne va incluso un altro: sono 434 i candidati che si presentano per la carica di sindaco.Ieri a mezzogiorno è scaduto il termine ultimo per la presentazione delle liste: chi c’è c’è, chi non c’è passa al prossimo turno.Nei comuni che andranno al voto il lavoro di consegna è stato frenetico. Nelle amministrazioni maggiori molte liste sono arrivate al fotofinish. Ora le liste sono depositate e non si torna indietro. Il malloppo con liste, simboli e candidati verrà nei prossimi giorni trasmesso agli uffici competenti della Regione che dovranno valutare l’assenza di vizi nella raccolta delle firme e nei nomi di chi è sceso in campo.Come detto i cittadini che hanno scelto di candidare alla carica di consigliere sono 8999 a cui si aggiungono i 434 candidati sindaco. In alcuni comuni (quelli maggiori) la sfida si preannuncia appassionante, mentre in altri i giochi sono già fatti.Parliamo di quei 42 comuni del Trentino nei quali è stata presentata una sola lista. In questo caso non c’è nemmeno gara e il candidato sindaco ha già la certezza dell’elezione e può attendere senza patemi la data del 16 maggio con l’unico dubbio di conoscere il quorum dei votanti.Nei comuni maggiori le liste possono contenere 30 nomi, mentre in quelli più piccoli i candidati per lista non possono superare il numero di 15. In questo contesto suscita curiosità lo strano caso di Cis.Nel piccolo comune della val di Non, il 16 maggio non si voterà. Motivo? Nessuna lista è stata presentata. Il sindaco uscente (e non più candidabile per raggiunti limiti di mandato, Giuseppe Dapoz) sarà sostituito da un commissario. La beffa è doppia se si pensa che Dapoz è anche il coordinatore valligiano dell’Upt, ma evidentemente nemmeno questo è bastato per trovare in paese forze entusiaste pronte a mettersi in gioco per il bene del Comune.

Questo articolo è già stato letto 1707 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi