Galleria di base del Brennero, 56 km con 400 treni al giorno.

Da il 23 febbraio 2010

bbt Uebersicht Galleria di base del Brennero, 56 km con 400 treni al giorno.  La Galleria di base del Brennero avrà una lunghezza di 56 Km. Il programma di esercizio stabilito per la configurazione finale è di almeno 400 treni al giorno, di cui 320 merci. Il portale nord della Galleria di base del Brennero è ubicato poco prima dell’ingresso nella stazione di Innsbruck, mentre il portale sud è situato all’ingresso della stazione di Fortezza. La configurazione della Galleria prevede due gallerie principali a singolo binario collegate tra loro ogni 336 m tramite cunicoli trasversali di collegamento. Le due canne hanno una sezione circolare, con raggio di 4,05m che consentirà, col materiale rotabile attualmente disponibile, velocità massime di 220km/h. Sono previsti tre posti multifunzione dotati di fermate d’emergenza per il soccorso di passeggeri in treni incidentati e di impianti per i lavori di manutenzione collocati a una distanza di circa 20 km tra loro e precisamente Circonvallazione di Innsbruck, Steinach e Prati. 

  Il progetto preliminare della tratta italiana del “Potenziamento asse ferroviario Monaco-Verona: Galleria di Base del Brennero” è stato approvato dal CIPE con la Delibera n. 89 del 20 dicembre 2004. Nella Delibera viene individuato il soggetto aggiudicatore del progetto nel GEIE BBT, trasformato in Società per azioni europea (BBT SE) il 16 dicembre 2004. La Delibera rinvia alla fase di approvazione del progetto definitivo l’assegnazione dei contributi ad integrazione delle fonti di finanziamento dell’opera.

Il 17 luglio 2009 è stato ufficialmente presentato l’Allegato II “Programma delle infrastrutture strategiche” al Documento di Programmazione economica e finanziaria (DPEF) relativo alla gestione delle risorse pubbliche per il periodo 2010-2013, in cui è incluso ilprogetto della Galleria di Base del Brennero.

Il progetto definitivo è stato presentato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e altre Amministrazioni competenti nonché ai gestori di opere interferenti il 31 marzo 2008.

La Conferenza dei Servizi si è conclusa con esito positivo il 31 luglio 2008. Sono stati inoltre acquisiti il Parere positivo da parte dellaCommissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientalenonché l’approvazione del Progetto Definitivo da parte della Giunta Provinciale di Bolzano.

Dopo una laboriosa istruttoria condotta dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti il CIPE ha approvato, nell’ambito del programma delle infrastrutture strategiche, il “progetto definitivo della Galleria di Base del Brennero sull’asse ferroviario Monaco-Verona“.

La delibera del CIPE conferma che il soggetto aggiudicatore del progetto è la Società “Galleria di Base del Brennero – Brenner Basistunnel BBT SE”.

La Finanziaria 2010 ha dato facoltà al CIPE di autorizzare l’avvio della realizzazione per lotti costruttivi di specifici progetti prioritari ricompresi nei corridoi europei TEN-T e inseriti nel “Programma delle infrastrutture strategiche” che rispettano le seguenti condizioni:

  • i costi di realizzazione sono superiori a 2 miliardi di euro complessivi;

  • i tempi di realizzazione sono superiori a quattro anni dall’approvazione del progetto definitivo;

  • l’importo complessivo residuo da finanziare è non superiore a 10 miliardi di euro,

Queste condizioni sono soddisfatte dal progetto della galleria di Base del Brennero.

La legge prevede inoltre che con l’autorizzazione all’esecuzione del primo lotto costruttivo, il CIPE assume l’impegno programmatico di finanziare l’intera opera.

Questa impostazione ha preso lo spunto proprio dall’impostazione del piano economico finanziario predisposto da BBT e ha permesso di sbloccare una procedura che per le grandi opere trovava un sostanziale impedimento alla registrazione alla Corte dei Conti e agli equilibri stessi di bilancio statale in quanto si prevedeva il preventivo accantonamento degli importi di spesa per l’intera opera che trova invece corpo nell’arco di 2 successivi lustri.

Tali azioni del Ministero hanno creato le condizioni giuridiche per la registrazione del progetto definitivo della BBT alla Corte dei Conti per un costo totale a carico della parte italiana pari a circa 3.575 M€.


I cantieri operativi

Mules: al 17 febbraio lo scavo della tratta periadriatica primo stralcio, ha raggiunto la progressiva di 305,5 metri a partire del camerone di smontaggio della fresa. Restano da scavare circa 200 metri, dopodiché gli avanzamenti termineranno e si procederà all’esecuzione di un sondaggio orizzontale di lunghezza pari a circa 600 metri, al fine di acquisire importanti informazioni per la progettazione del cunicolo che attraverserà la fascia. Attualmente dalla finestra di Mules, sugli oltre 2 km di galleria scavata fuoriescono 15-20 litri di acqua al secondo, valore abbondantemente al di sotto di quanto previsto progettualmente. Si eseguono 9 volate alla settimana dal lunedì al venerdì mattina, mentre nel fine settimana si eseguono dei sondaggi in avanzamento ed i lavori di getto della soletta di base.

Aica: al 17 febbraio la progressiva raggiunta dalla TBM è di 6.818 metri. Attualmente si sta scavando in un granito di classe II o III con buone caratteristiche geomeccaniche. Nell’ultima settimana gli avanzamenti medi giornalieri si attestano sui 19,5 metri/giorno.

Innsbruck: i lavori al cunicolo esplorativo sono iniziati il 4 dicembre scorso. Attualmente sono stati raggiunti 30 metri di scavo. Il metodo di avanzamento è quello dei chiodi in calotta. Poiché ci si trova ancora nella zona del portale, il materiale si presenta di consistenza sciolta con qualche trovante ed è richiesta molta cautela. Ad una profondità che può variare tra i 40 e i 60 m, ci si attende di rinvenire la roccia in posto (fillade quarzifera di Innsbruck) e, da qui in poi, si procederà con l’avanzamento in tradizionale. Attualmente l’avanzamento è di circa 1 metro e mezzo al giorno.

I cantieri operativi

I cantieri BBT ad oggi operativi in Alto Adige sono due. Dal mese di giugno 2008 una fresa scava da Aica in direzione nord (in giallo). Dopo 10,5 km il cosiddetto cunicolo esplorativo Aica-Mules incrocerà la finestra di Mules di 1,8km di lunghezza (in ver
de
) il cui scavo in tradizionale è stato avviato anch’esso a maggio 2008.

 

galleria di base del brennero Galleria di base del Brennero, 56 km con 400 treni al giorno.

 galleria di base del brennero 1 Galleria di base del Brennero, 56 km con 400 treni al giorno.

Legenda

Rosso 

Le canne principali della Galleria di base del Brennero

Verde

Finestre di accesso

Giallo

Cunicoli di drenaggio (in parte scavati come cunicoli esplorativi)

Grigio

La circonvallazione ferroviaria esistente di InnsbruckLa linea ferroviaria del Brennero esistente

Viola

Interconnessioni tra la circonvallazione ferroviaria di Innsbruck e la Galleria di Base del BrenneroInterconnessioni tra la stazione di Fortezza e la Galleria di Base del Brennero

Blu

Aree sicure (posti multifunzione, cunicoli trasversali, cunicolo di soccorso della circonvallazione ferroviaria di Innsbruck) 

fonte: www.bbt-se.com

Questo articolo è già stato letto 4982 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi