La 10 Giorni Equestre di Predazzo diventa la Wimbledon equestre.

Da il 3 giugno 2010
10Giorniequestre La 10 Giorni Equestre di Predazzo diventa la Wimbledon equestre. Cortina alza bandiera bianca e così la 10 Giorni Equestre di Predazzo diventa l’evento clou estivo. La kermesse fiemmese si annuncia così come un appuntamento di primissimo livello e spera di incrementare il successo di partecipazione dello scorso anno, quando ai tre concorsi complessivamente si videro in gara ben 840 binomi. «Ci sono tutti i presupposti – commenta lo show director Guido Travaglia – per un’edizione dai grandi numeri. Anche quest’anno riproporremmo i tre concorsi, vale a dire il Nazionale di tipo A a 5 stelle dal 2 al 4 luglio, comprendente l’attesissimo Derby di Predazzo della domenica, per poi proseguire con un secondo concorso Nazionale B a 4 stelle (6 e 7 luglio) e concludersi con il prestigio Concorso Internazionale a 2 stelle dal 9 all’11 luglio».
La manifestazione fiemmese, una sorta di Wimbledon equestre, visto che è l’unica kermesse che si disputa su terreno erboso e in quota in Europa, trarrà sicuramente importanti vantaggi dal fatto che l’altro concorso estivo di Cortina quest’anno non è in calendario e per riuscire ad incrementare ulteriormente il proprio prestigio il Comitato organizzatore diretto da Renato Dellagiacoma è già al lavoro per garantire un’edizione da record.
Image983(1) La 10 Giorni Equestre di Predazzo diventa la Wimbledon equestre. Importanti novità sono previste proprio dal campo gara. Completo di ogni sorta di ostacolo naturale, il centro Fontanelle è considerato il più bello d’Italia per il contesto ambientale, e l’unico con standard internazionali delle Dolomiti. La novità per l’edizione numero 34 riguarda il talus, l’ostacolo simbolo del prestigioso Derby, che è stato spostato nell’angolo nord-est, di fronte al settore pubblico, e dotato di 3 uscite (altezza metri 3, 2,40 e 1,50). Una scelta votata allo spettacolo, che arricchisce le dotazioni tecniche di un campo gare da sempre apprezzato. L’altra news riguarda la copertura del campo prova, un’altra chicca della manifestazione predazzana. Per l’edizione 2010 sarà realizzata con struttura tensostatica delle dimensioni di m 25 x 50 (nel 2009 era di metri 20 x 50), per 1250 metri quadrati di area lavoro cavalli in massima sicurezza e comfort; altri 1400 metri quadrati sono inoltre disponibili per il lavoro “all’aperto”.
Anche i numeri dell’edizione 2010 si annunciano quanto mai importanti, dalle otto giornate di gara alle 60 categorie previste, per ognuna delle quali sarà predisposto un percorso di ostacoli di vario tipo. Già detto degli 11.000 metri quadrati del campo di gare, sono poi da aggiungere i 5000 metri quadrati del campo prova i 50 mila metri quadrati occupati da tutti i servizi, i 900 cavalli complessivi attesi per le tre formule e i 330 alloggiamenti predisposti per la scuderizzazione dei cavalli, per finire con i 2240 salti che verranno effettuati complessivamente da cavalieri e amazzoni su ostacoli verticali, su fosso o riviera. Particolarmente rilevante poi il montepremi in denaro a disposizione dei concorrenti e distribuito sulle diverse categorie, per un totale di ben 93.764 euro.
Non mancherà nemmeno quest’anno il Villaggio Equestre dove sarà possibile vivere appuntamenti di gastronomia e divertimenti oltre ad interessanti proposte di shopping, il tutto ad ingresso libero.

Questo articolo è già stato letto 1669 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi