Museo della Grande Guerra in Valle di Fiemme

Da il 15 dicembre 2011

%name Museo della Grande Guerra in Valle di FiemmeUn museo permanente in valle di Fiemme (con sede ancora da individuare) dedicato alla memoria delle guerre. Ecco il progetto che un gruppo di lavoro incaricato dalla Comunità di valle ha elaborato in vista dei 100 anni dalla Grande Guerra: recupero delle testimonianze storiche sul fronte austro-italiano, ricerca di reperti e documenti ma soprattutto l’istituzione di un nuovo museo in cui prendere per mano il visitatore e fargli ripercorrere la storia della valle di Fiemme tra l’Impero Austro Ungarico e il Regno d’Italia.  Il progetto preliminare è stato già consegnato alla Comunità di valle e porta la firma di Luca De Marco e Fulvio Vanzo, con il coordinamento di Silvia Delugan e la collaborazione di Ermanno Deflorian, Giampietro De Zolt, Igor Gilmozzi, Carlo Zorzi e di tutti i membri della commissione cultura della Comunità territoriale.  L’obiettivo è quello di recuperare una quindicina di siti storici e attrezzarli in modo che possano essere raccontati ai turisti: dal Lagorai al Lusia, i luoghi principali del conflitto, dove ancora esistono testimonianze del passato come fortificazioni e baracche.  E poi il museo. Tenendo conto – come si legge nel progetto preliminare – che in val di Fiemme già c’è il Museo delle Fiamme Gialle (a Predazzo), ma anche il Museo della Guerra privato di Ermanno Deflorian (a Ziano) e poi la collezione di reperti custodita al rifugio Cauriol e ancora la collezione Tagliabue. Ma manca un museo – si legge nella relazione – che possa essere un centro didocumentazione della guerra, collegato anche con le altre strutture.  L’ipotesi è quella di una struttura permanente, da realizzare dopo la ricerca di ulteriori documenti e testimonianze.%name Museo della Grande Guerra in Valle di Fiemme In tutto questo ci sarebbe anche spazio – come spieghiamo nel box accanto – anche per la ferrovia Ora-Predazzo, terminata nel 1918 ma costruita proprio per essere al servizio dell’esercito austriaco.  Ora la palla passa alla Comunità di valle che – sulla base di questo progetto – dovrà coinvolgere i Comuni e iniziare ad affrontare il cruciale capitolo dei costi. (a.s.)      LA STORIA Era «bellica» pure la ferrovia Si parla anche della ferrovia Ora-Predazzo nel progetto della Comunità di valle per la valorizzazione dei luoghi e delle testimonianze in vista del Centenario dalla Grande Guerra.    articolo completo su Il Trentino

Questo articolo è già stato letto 2279 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Un Commento

  1. luciana

    29 agosto 2012 at 19:25

    sono favorevole sia alla valorizzazione del museo geologico di Predazzo, sia alla realizzazione di un museo “della guerra 14-18″ , che non va dimenticata e che per
    la valle intera è stata fonte di tanto dolore.

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi