“Parto per Fiemme”, nasce questa sera a Predazzo – Ore 18.00 con Alessandro Arici

Da il 18 luglio 2014
neonato con mamma

Carissimi, grazie al vostro impegno e interesse, questa sera 18 luglio ad ore 18 presso il Cinema Teatro Comunale di Predazzo, faremo nascere tutti insieme “Parto per Fiemme“.

Seguendo l’attualità avrete notato che, come previsto, la minaccia di chiusura è più che mai presente ed ora che il baluardo del punto nascita di Tione è saltato siamo realmente in pericolo. Tutto ciò in barba all’impegno talvolta lodevole dei nostri rappresentanti territoriali e alle promesse contenute nelle pur importantissime mozioni locali e provinciali.

ORA, per evitare la chiusura della Maternità di Cavalese, è necessario aumentare il numero di nascite accogliendo in valle la Famiglia delle partorienti provenienti da fuori Valle trasmettendo la locandina e/o le informazioni annesse a quanti sono interessati all’evoluzione positiva delle nostre Valli ricordando loro che l’incontro è APERTO a quanti hanno capito che lamentarsi non aiuta. Se ognuno fa quel poco che serve possiamo cambiare molto ed evitare che i nostri figli rischino di nascere sulla strada per Trento.

“Parto per Fiemme” non ha vocazione a intercettare le puerpere decise a partorire a Trento e provenienti dal territorio naturalmente di competenza del capoluogo.

 bimbo che fa la nanna Parto per Fiemme, nasce questa sera a Predazzo   Ore 18.00 con Alessandro Arici

È nostra intenzione accogliere, compatibilmente con le dinamiche di un parto naturale a basso rischio, le future madri provenienti dalle valli limitrofe alla nostra, con il vantaggio di poter vivere un momento così bello e delicato, in un ospedale ben attrezzato ma poco affollato.

Concretamente, per incentivare la scelta di un parto alla maternità di Cavalese, sono stati sollecitati i responsabili  degli Hotel di Cavalese in particolare e più ampiamente della Valle e in molti hanno dato la loro disponibilità con la convinzione di chi sa che evitare la chiusura del punto nascita significa, fra l’altro, mantenere un servizio di prossimità per le future mamme in vacanza e residenti talvolta bisognose di monitoraggio e di cure anche durante la loro gravidanza.

Per un forfait di 30 € al giorno l’hotel si impegna ad ospitare:

-              nuclei famigliari composti da 4 persone al massimo (di cui max 2 adulti e max 2 bambini)

-              4 notti al massimo di soggiorno

-              Servizio di mezza pensione

Il soggiorno è gratuito per la famiglia in questione e il finanziamento del forfait avviene attraverso gli abitanti di Fiemme e Fassa che aderendo al progetto “Parto per Fiemme” si impegnano a versare 30 €  annui per quattro anni finanziando, di fatto, un parto in Val di Fiemme.

Partendo dai parametri medici e chilometrici il personale medico del punto nascita di Cavalese deciderà, volta per volta, se la “candidatura” della partoriente potrà essere accettata mantenendo un’attenzione assoluta alla sicurezza del bimbo e della mamma.

Il booking e la logistica saranno gestite dall’associazione “Parto per Fiemme”, in collaborazione con l’APT della Valle di Fiemme.

ospedale fiemme cavalese 1024x422 Parto per Fiemme, nasce questa sera a Predazzo   Ore 18.00 con Alessandro Arici

INFO PRESSE

Fra ieri e oggi sono stato intervistato intervistato dall’Adige, Radio Dolomiti e RTTR (vedi Edizione delle 19:00 di Domenica, 13 Luglio 2014 su http://www.radioetv.it/rttr ). I primi due media lasciano moltissimo spazio ai “contro”.

La giornalista Sara Antolini di RTTR (ripreso poi da TVA) ha dato molta attenzione al nostro progetto pur non potendo evitare un errore rivelatore : nel banner nella parte bassa dello schermo, è stato inserito “Associazione Parto per Trento…”

Più positivi i recenti articoli che troverete online o in allegato :

http://www.ladige.it/blogs/mamme-premiano-cavalese-bocciano-tione

http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/trento/cronaca/2014/07/13/news/rossi-ferma-borgonovo-una-fuga-in-avanti-1.9593587?ref=search 

alessandro arici predazzo Parto per Fiemme, nasce questa sera a Predazzo   Ore 18.00 con Alessandro AriciCi vediamo questa sera ad ore 18.00 al Cinema Teatro di Predazzo (messo gratuitamente a disposizione dalla famiglia Zanna J) e questa volta, onde evitare sorprese, il film lo interpretiamo noi J.

NB : per chiunque avesse degli aderenti al progetto (descritto negli allegati) basterà richiedere loro il nome, cognome, data di nascita, indirizzo fisico, email e numero di telefono diretto. Il resto, comprese le riunioni nei vari paesi, avrà luogo da venerdì in poi ;-).

STRAGRAZIE per le donne di Fiemme e Fassa e per i neonati che non possono proteggersi dalle scelte senza cuore…

Alessandro Arici    Cell. 3356902743

VEDI ANCHE:

“Parto Per Fiemme” Un Progetto Geniale Per Salvare Il Punto Nascite Di Cavalese

Anche Fassa Si Mobiliti Per Salvare L’Ospedale Di Cavalese !!

neonato con mamma Parto per Fiemme, nasce questa sera a Predazzo   Ore 18.00 con Alessandro Arici

parto per fiemme 2014 Parto per Fiemme, nasce questa sera a Predazzo   Ore 18.00 con Alessandro Arici

 

Questo articolo è già stato letto 63018 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Un Commento

  1. Mauro Morandini

    18 luglio 2014 at 09:22

    RIPORTIAMO ALCUNI VS. COMMENTI APPARSI SUI SOCIAL A QUESTO RIGUARDO

    Daniela Confermo!!!!!!reparto e personale eccezionale….

    Cristina Anke io confermo, mi sono trovata bene con la mia Piccola nata un anno e mezzo fa,e ora a settembre partoriro’ la sorellina sempre qui a cavalese, e’ un peccato che vogliano chiudere un reparto accogliente e funzionante, non pensando al disagio che creano alle future e neo mamme!

    Daniela Ho partorito anche io a Cavalese!!! Ottimo reparto, super seguita, ben attrezzato… Personale ottimo!!!!

    Rosita Anche la mia bambina è nata a Cavalese e l’esperienza è stata più che positiva! La chiusura sarebbe un vero peccato….

    Caterina Ma oltre a essere un peccato … A livello pratico una di cavalese dove dovrebbe andare ??????

    Marina Trento o Bolzano, secondo loro …

    Caterina Ah beh mi sembra una genialata !!! Una fa tempo a partorire in macchina !!!! Assurdo !!!! Poi voglio vedere tra curve ecc in travaglio arrivare a tn o a Bolzano … Una goduria !!!! Allucinante

    Caterina L inverno sotto la neve e con le strade bianche poi … Mah

    Rosita Io sono di Primiero quindi per noi tutti gli ospedali sono lontani… Il più vicino è Feltre.. al tempo scelsi Cavalese appunto perché più tranquillo ed ero a conoscenza della professionalità del personale. Spero che chi di competenza faccia il possibile per tenere aperto!

    Rosita Caterina.. Pensa che io ho partorito a fine novembre e nevicava.. Per fortuna avendo la suocera che abita vicino a Cavalese ero già in zona… Non so come avrei affrontato il passo Rolle in travaglio. Per esperienza dico veramente che bisogna lottare per tenerlo!

    Marina Credo che l’obbiettivo dei burocrati sia tenere aperto solo Trento e (forse) Rovereto, a sto punto …
    Evidentemente hanno tutti parenti donne non in età da figli o con all’attivo parti da manuale ma voglio vedere al minimo problema se non rimpiangeranno il non avere avuto un ospedale più vicino …

    Caterina Rosita, mi stavo giusto chiedendo come avessi fatto a fare il rolle in travaglio !!!

    Caterina Mi sa che hai ragione marina … E una cosa assurda !

    Rosita Io ho avuto la fortuna di avere l’appoggio da mia suocera ma è impagabile avere una struttura vicina.. E veramente bella l’iniziativa dei fiamazzi!!

    Michela Personale molto preparato e poi vieni assistita come persona e non come “un numero”!!!!!…..dobbiamo fare di tutto per far si che non venga chiuso!!!!

    Marianne io ho fatto due parti su tre a Cavalese. l’ultimo l’ho fatto a Trento ma non perchè non mi trovassi bene a Cavalese anzi. Ho dato la priorità ai miei altri due bimbi in maniera che potessero essere più vicino me potendomi venire a trovare tutti i giorni, a Cavalese avrebbero potuto venire forse una volta visti i tempi scolastici

    Michela ….ai nostri politici viene il dubbio che se chiudono il reparto di cavalese la maggior parte di mamme delle due valli si recherebbero a Bolzano. Cosi facendo ci sarebbe una crisi economica anche a livello sanitario!!!!

    Angela – Tranquillo e seguito sicuramente, sn stata ricoverata una notte e c era solo una mamma!ma rimane il solito problema:nn c è neonatologia…ognuno fa le sue scelte, io ho scelto Trento xché la mia tranquillità nn dipende da vasca o reparto vuoto ma da una struttura adeguata e preparata ad ogni evenienza x me e il piccolo quindi volevo che c fosse la neonatologia (di cui nn abbiamo avuto bisogno x fortuna ) certo che il reparto deve rimanere aperto!!!!

    Stefania sicuramente i burocrati che vogliono optare per la chiusura non saranno donne che hanno avuto figli… sennò ci penserebbero due volte a chiudere… non riesco a capire come possano pretendere che una si faccia fino a trento o bz in travaglio…

    Roberta Leggevo sull’Adige che negli ultimi anni i nati a cavalese sono passati da quasi 400 a meno di 200…perché tante mamme scelgono comunque ospedali più grandi.
    Questo vuol dire che nasce un bambino ogni due gg….credo che anche a livello di esperienza del personale non sia una cosa buona questa. Non lo so…se vivessi la probabilmente sceglierei trento comunque

    Caterina Il ragionamento fila Roberta però la mia domanda e … Se una mamma ci mette mezz ora a partorire o c’è una qls emergenza per cui la mamma o futura mamma necessità del reparto subito cosa si fa ? Attrezzano il ps di Cavalese per il parto e poi trasferiscono a trento ? Tra l’altro chiudere potrebbe essere nocivo al turismo … Una mamma in attesa si trova in vacanza a Rolle, succede qlc e parte il travaglio magari molto rapido … Ok c’è l elicottero ma sinceramente io in travaglio non sarei proprio entusiasta di farmi un giro in elicottero … Per non parlare dei costi che ha un trasporto in elicottero per la sanità ! Boh … Non ne vedo la logica …

    Roberta Credo che l’emergenza sarebbero in grado di gestirla…cioè se una partorisce in mezz’ora anche un infermiere è in grado di assistere.
    Il fatto che le mamme di quella zona abbiamo in gran parte scelto l’ospedale attrezzato, manda un segnale molto chiaro. Perché purtroppo un parto sappiamo tutte benissimo può complicarsi da un secondo all’altro

    Caterina Si è verissimo per e anche vero che allora andrebbero chiuso tutti i punti nascita senza tin quindi rovereto Cles ecc ecc … Voglio vedere come fa una della val di sole a arrivare a trento o a Bolzano … Dubito voglia farsi la mendola in travaglio … Magari c’è un altra soluzione …. Che ne so… Ridurre il personale e le stanze ? Le mie sono solo ipotesi eh però mi sembra poco fattibile chiudere tutti i punti nascita e lasciare solo trento e Bolzano … Paradossalmente avrebbe più senso chiudere rovereto che Cavalese …

    Roberta No parlo a parte la TIN….parlo di esperienza nei parti, cosa che non puoi avere facendo nascere così pochi bambini

    Caterina Si si questo e vero

    Cristina Anch’io la penso come Angela, non m’interessa se sei in stanza sola o se è più tranquillo o se c’è la vasca. ….. io ho pensato alla sicurezza del mio piccolo in Primis e ho partorito a trento. Il reparto era pieno e anch’io ho avuto qualche piccolo disagio ma ho avuto bisogno del neonatologo d’urgenza e se fossi stata in un’altra struttura …. non voglio neanche pensare a cosa sarebbe potuto succedere. …. fortunatamente è andato tutto bene e cmq per la mia esperienza Sempre e solo S. chiara!!!!

    Romina anch’ io abito vicino a cavalese ma ho scelto trento perche se ci dovrebbero essere problemi al momento del parto? o al bambino? queste cose non si possono sapere

    Sara Mah, la mia bimba è nata a Vipiteno e ho fatto il discorso inverso: siccome stavo bene e la gravidanza non aveva complicazioni ho scelto un ospedale piccolo ma d’eccellenza come mi sembra di capire sia anche quello di Cavalese. Secondo me sono proprio i punti nascita a doverci essere un po’ dappertutto visto che di solito il medico non serve ma invece c’è bisogno di molta assistenza. Poi è chiaro che se si tratta di una gravidanza a rischio la musica cambia.

    Rossella Confermo! Ho partorito a Cavalese 3 mesi fa e mi sono trovata benissimo.

    Roberta Stare bene e avere una bella gravidanza purtroppo non vuol dire avere un parto senza complicazioni…

    Sandra Io ho fatto il bitest a novembre 2008.. Neve tutto il giorno! Un incubo. Se dovessi partorire in inverno non mi verrebbe nemmeno in mente di andare a cavalese. Poi per chi abita lì ben venga che resti aperto

    Michela Con l mia seconda esperienza io a Trento o Bolzano non arrivavo!!!!!….ho avuto la fortuna di trovare ostetriche meravigliose molto preparate e professionali e trovare una persona meravigliosa come il dottor Bonnadiman!!!!!!

    Barbara Ci vediamo in agosto a noi basterebbe un posto camper mia figlia vuole assolutamente partorire a Cavalese per molti motivi …

    Michela Grande Barbara!!!!

    Lisa Partorito il primo bimbo a Cavalese, cesareo semi urgente ed e’ andato tutto bene…probab a Trento avrebbero aspettato la reale sofferenza fetale, a Cavalese avevo tre medici tutti x me, e hanno deciso di evitare complicazioni. E per me hanno fatto bene. Secondo parto fatto al s.chiara per motivi logistici e per mia sicurezza visto che volevo tentare il parto di prova.

    Manuela Cavalese fantastico gentili umani ed competenti

    Barbara Comunque in inverno le strade in val di Fiemme sono più ben pulite che a Trento si sa non bisogna andare in giro con gomme liscie

    Giulia Spero proprio che il reparto possa sopravvivere per tutta la comunità di Fiemme!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi