Predazzo, 2,2 milioni per la scuola media.

Da il 4 marzo 2009

medie Predazzo, 2,2 milioni per la scuola media.PREDAZZO – Il problema era emerso in tutta la sua urgenza lo scorso anno. Dapprima un documento del personale insegnante, nel quale si evidenziavano precise carenze, legate soprattutto alla necessità di nuovi spazi. Poi la dura presa di posizione del sindaco di Predazzo Silvano Longo , che aveva lamentato scarsa attenzione da parte della Giunta provinciale.

Subito dopo, dallo stesso presidente della Provincia Lorenzo Dellai erano arrivate invece ampie assicurazioni: la ristrutturazione della scuola media di Predazzo si farà, con il sostegno finanziario della Provincia. L’edificio è quello occupato negli anni Settanta dalla ex Casa della cultura e quindi destinato all’Istituto tecnico commerciale, prima del suo trasferimento presso la ex scuola media (nella parte finale di corso Degasperi), a sua volta spostata nella struttura dell’Itc. Solo che quest’ultima, con il passare degli anni, si è dimostrata sempre più carente ed ha manifestato l’urgenza di un razionale ampliamento, con la sopraelevazione di un piano. L’anno scorso, l’incarico progettuale è stato affidato all’ingegner Nicolò Tonini , che ha predisposto un preliminare di massima, anche sulla scorta delle indicazioni concordate con i tecnici della Provincia e riferite soprattutto all’idoneità dell’area ed al rispetto delle prescrizioni che la normativa impone. Ora, da poche settimane, il tecnico ha avuto l’incarico per la stesura del progetto definitivo, che accompagnerà la richiesta di finanziamento. Il costo presunto è di circa 2.200.000 euro e l’intervento, come è stato comunicato ancora in dicembre dalla dirigente del Servizio autonomie locali Livia Ferrario , dovrebbe essere finanziato, attingendo al fondo di riserva, in una misura che per altro non è stata ancora definita. Per quanto riguarda i lavori, è prevista la risistemazione completa del piano seminterrato, comprendente un deposito, il magazzino ed i servizi tecnici. Rimane per altro invariato il perimetro, mentre saranno adattate e messe a norma le scale interne. Al piano rialzato dell’edificio, è in programma l’ampliamento di due aule, con il mantenimento della segreteria e della attuale presidenza. Al primo piano, altro ampliamento di due aule, come al piano sottostante, e realizzazione di un nuovo locale (destinato ad aula o a laboratorio) sopra la pensilina d’ingresso. Infine l’intervento più consistente, con la costruzione dell’intero secondo piano (2.900 metri cubi in più), nel quale sono previste sei nuove aule scolastiche, una sala riunioni, una sala polifunzionale per settanta persone ed un laboratorio per attività musicali. «Ho fatto la fila per un anno», ha sottolineato il sindaco. «Spero che adesso le cose vadano a buon fine. Le assicurazioni ci sono tutte». Concluso l’iter burocratico, i lavori di ampliamento della scuola media dovrebbero iniziare nel 2010.

Mario Felicetti  - L’Adige

Questo articolo è già stato letto 1971 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi