Predazzo, avvisi della Parrocchia dal 13 al 20 ottobre

Da il 12 ottobre 2013
predazzo chiesa campanile piazza ss apostoli predazzoblog

Predazzo, avvisi della Parrocchia dal 13 al 20 ottobre

Riprende la preghiera mensile decanale per la famiglia martedì ad ore 20.45 all’oratorio di Ziano; all’albo trovate ulteriori dettagli

Il corso per la preparazione al matrimonio inizia sabato ad ore 20.45 all’oratorio

Domenica prossima è la giornata missionaria mondiale; in tale occasione siamo chiamati in modo particolare a pregare per tutti i nostri fratelli e a condividere con loro il nostro benessere

predazzo chiesa campanile piazza ss apostoli predazzoblog Predazzo, avvisi della Parrocchia dal 13 al 20 ottobre

“Non facciamo affari con il demonio!”. Omelia di Papa Francesco dell’11 ottobre 2013

Dobbiamo sempre vigilare contro l’inganno del demonio”. E’ questa l’esortazione principale di Papa Francesco nell’omelia della Messa celebrata oggi, 11 ottobre 2013, a Casa Santa Marta, incentrata sulla lettura del Vangelo (Lc 11, 15-26). Lo abbiamo imparato, ormai: il Papa è molto diretto quando parla del diavolo e anche oggi non è da meno.  “Sempre c’è la tentazione di voler sminuire la figura di Gesù come fosse al massimo un guaritore, da non prendere tanto sul serio. Un atteggiamento che è arrivato ai nostri giorni. Non dobbiamo essere ingenui. Il Signore ci dà alcuni criteri per discernere la presenza del male e per andare sulla strada cristiana quando ci sono le tentazioni. Uno dei criteri è di non seguire la vittoria di Gesù sul male solo a metà. O sei con me o sei contro di me. Gesù è venuto a distruggere il demonio, a darci la liberazione dalla schiavitù del diavolo su di noi. E non si può dire che così esageriamo. In questo punto non ci sono sfumature. C’è una lotta e una lotta dove si gioca la salute, la salute eterna, la salvezza eterna di tutti noi. Dobbiamo sempre vigilare, vigilare contro l’inganno, contro la seduzione del maligno. Quando lo spirito impuro esce dall’uomo, si aggira per luoghi deserti, cercando sollievo e non trovandone dice: ‘Ritornerò nella mia casa, da cui sono uscito’. E quando la trova spazzata e adorna allora va, prende altri sette spiriti peggiori di lui, vengono e prendono dimora. E, così, l’ultima condizione di quell’uomo diventa peggiore della prima”. 

Questo articolo è già stato letto 40110 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi