Predazzo, i murales della cultura in via di Pra Maor

Da il 25 giugno 2020
murales

IL TRENO DELLA CULTURA FA TAPPA IN VIA DI PRAMAOR

Il murales è stato realizzato dagli studenti del Liceo di Arti Figurative di Sén Jan de Fassa 

Alcide De Gasperi, Leonardo Da Vinci e Frida Kahlo si sono dati appuntamento in Via di Pramaor a Predazzo. Con loro altri grandi della storia: da Aristotele a Dante, da Mozart a Mandela, dalla Montalcini a Van Gogh. I loro volti decorano il muro del cortile di quella che è nota come casa Agreiter, dove un tempo si trovava la farmacia. Un murales, realizzato in questi giorni dai neodiplomati studenti della 5LA del Liceo di Arti Figurative di Sén Jan di Fascia, abbellisce il percorso che dalla piazza porterà alla nuova biblioteca, in fase di costruzione a fianco della vecchia stazione della ferrovia di Fiemme: è quindi su quello che può essere visto come un “treno della cultura” che troviamo i personaggi storici realizzati dai ragazzi con la tecnica dello stencil.

Il progetto è stato seguito dall’insegnante Maria Pia De Silvestro: “Gli studenti hanno deciso il tema del murales e individuato i personaggi storici da rappresentare, scegliendo uomini e donne di diversi ambiti e individuando per ognuno di loro una citazione significativa. Si è trattato di un percorso di progettazione a 360°, purtroppo interrotto dall’emergenza sanitaria. L’opera avrebbe dovuto essere realizzata a marzo, proprio quando il lockdown ha bloccato l’attività scolastica in presenza. Il lavoro li ha però coinvolti così tanto, che i ragazzi hanno voluto portarlo avanti comunque una volta finiti gli esami. Saranno poi i loro compagni più giovani, il prossimo anno scolastico, a completare l’opera con i volti di Einstein e Madre Teresa di Calcutta e con una citazione per ogni personaggio rappresentato”.

Una decina di studenti in questi giorni, accantonato il pensiero della maturità, si è così dedicata alla realizzazione del murales: “Abbiamo scelto una tecnica moderna – che abbiamo potuto ammirare in molte opere di Bansky a Gerusalemme – per creare un collegamento tra passato e presente, per trasmettere messaggi e modelli che valgono ancora oggi”, hanno spiegato mentre dipingevano.

L’assessore alla Cultura, Giovanni Aderenti, è soddisfatto del risultato: “Da una proposta di Dolores Antoniazzi, maestra d’arte di Predazzo scomparsa recentemente, l’Amministrazione ha deciso di valorizzare il muro di Via di Pramaor, in accordo con il proprietario e grazie alla disponibilità del Liceo Artistico e della sorastant Mirella Florian. Noi abbiamo preparato la parete e messo a disposizione i materiali, poi abbiamo lasciato agli studenti la libertà di esprimersi. Siamo molto contenti del loro lavoro: la piazza e la nuova biblioteca sono ora collegati da un percorso a tema, una sorta di viaggio nel tempo e nella cultura nelle sue diverse espressioni. Con un linguaggio moderno e accattivante, siamo riusciti ad abbellire un muro e, soprattutto, a trasmettere spunti di riflessione e conoscenza”.

Il treno della cultura fa tappa, quindi, in Via di Pramaor. E saranno poi i volti e le parole di 11 grandi della storia ad accompagnare verso la nuova biblioteca.

Monica Gabrielli

%name Predazzo, i murales della cultura in via di Pra Maor

%name Predazzo, i murales della cultura in via di Pra Maor

%name Predazzo, i murales della cultura in via di Pra Maor

%name Predazzo, i murales della cultura in via di Pra Maor

%name Predazzo, i murales della cultura in via di Pra Maor

%name Predazzo, i murales della cultura in via di Pra Maor

Questo articolo è già stato letto 431440 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi