Regola Feudale, via all’appalto per Maso Coste

Da il 16 febbraio 2009

 predazzo territoriomedium Regola Feudale, via all’appalto per Maso CostePREDAZZO. Dopo le discussioni sul futuro del maso Coste che domina il paese, Il consiglio d’amministrazione della Regola Feudale ha deciso l’altra sera di procedere ai lavori di ristrutturazione individuando le ditte da invitare alla gara d’appalto. Si tratta di Edil Martinol, Edil artigiana, Edil Predazzo, Rino Dellagiacoma e Marco Delugan per le opere murarie nonché le ditte Sandro Guadagnini, FM strutture, Diego Bonelli e Giuseppe Chiocchetti per le opere da carpentiere. I lavori, come da progetto dello studio Guadagnini, ammontano complessivamente a 170 mila euro e consentiranno di rendere agibile il maso per ogni futura destinazione che sarà successivamente decisa dalla stessa Regola.  Il regolano Giacomo Boninsegna ha relazionato anche sullo stato dei lavori forestali. Buoni i risultati del 2008, com’è emerso nel corso della sessione forestale dello scorso 13 gennaio. Per il 2009 sono stati assegnati alla Regola 3 mila metri cubi di cui 250 circa sono gli schianti conseguenti alle nevicate di novembre e dicembre che – come sottolinea il regolano – sono stati piuttosto ridotti rispetto ad altre località, anche perché nel territorio di Predazzo è piovuto di più e la neve è scivolata via più velocemente dagli alberi. Per il resto è stata richiesta una martellazione precoce che consenta l’assegnazione dei lavori di fatturazione entro il 15 novembre a due ditte Aldo Fanton e Sergio Morandini. Niente appalti quindi e il prezzo sarà stabilito dalla Commissione legnami. In questo modo – precisa il regolano – sono garantiti i tempi di fatturazione. Boninsegna ha comunicato anche l’assegnazione del contributo provinciale di 9.120 euro per gli spurghi a Cogol e l’assegnazione a trattativa privata alla ditta Franco Betta, che ha offerto un ribasso del 15%, del collegamento della strada di Cogol che verrà quindi a costare circa 33 mila euro.  Rimandata invece la decisione sulla richiesta del gestore telefonico Wind per un traliccio da collocare appena sopra il rifugio passo Feudo. Molte le perplessità di tipo paesaggistico. Intanto è stato chiesto un progetto esecutivo e un’offerta economica. E c’è anche la preoccupazione di avere il danno e le beffe qualora la Regola negasse l’autorizzazione, ma essa venisse concessa dal Comune di Tesero poche decine di metri più in là. Il ripetitore dovrebbe servire il passo S. Pellegrino che si vede solo da quella posizione e non è quindi possibile collocarlo accanto agli altri già esistenti sul valico. Il consiglio ha deciso anche di cedere alla ditta Cristoforetti in località Mezzavalle 1000 mq di terreno per 98 euro a mq.  Iscritti infine tre nuovi Vicini al libro matricola. Si tratta di Marco, Carlo e Fabio Boninsegna, figli di Roberto Boninsegna fu Francesco Volpin residente nel Primiero e deceduto il 30 dicembre scorso all’età di 58 anni. Cancellato invece Hans Dezulian fu Mario Mazaron che non ha mai ritirato le regalie. In apertura il regolano ha sottolineato il successo della mostra allestita in occasione dei 400 anni del primo statuto e che ha visto circa 500 visitatori. Entro febbraio sarà disponibile anche il dvd realizzato da Alberto Felicetti, mentre Livio Morandini (Paolin) ha prodotto un dettagliato servizio fotografico che sarà messo a disposizione dei Vicini.

 Francesco Morandini

Questo articolo è già stato letto 1672 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi