Utilizzi indebiti di carte di credito: un trend in crescita

Da il 11 luglio 2012

La Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bolzano comunica che, rispetto all’anno precedente, si registra un incremento del 30% di indebiti utilizzi – on line – delle carte di credito.

Il citato fenomeno, in relazione al quale ignari risparmiatori si vedono alleggerire il proprio conto corrente, si può verificare “fisicamente” o in “Rete” ad opera di malviventi che, spesso, sono organizzati in vere e proprie bande.

cartacredito h3g Utilizzi indebiti di carte di credito: un trend in crescita

Fisicamente, il fenomeno, si verifica con l’installazione, presso sportelli bancomat, di congegni in grado di carpire i dati delle carte bancomat o di credito. In tal caso, le precauzioni che il risparmiatore può adottare sono piuttosto semplici ovvero, a titolo esemplificativo:  verificare che la “tastiera”  non sia sovrapposta a quella originale, inserire il codice segreto sovrapponendo una mano a quella che lo sta digitando così da non consentirne l’eventuale ripresa qualora fosse stata collocata una videocamera.

Alla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bolzano osservano che, in Rete, i dati delle carte di credito vengono, prevalentemente, carpiti con delle mail di Phishing o acquistando oggetti da

 (..continua clicca su leggi tutto)siti non protetti. In Rete, se l’attuale trend verrà confermato, solo presso la citata Sezione – quindi il dato a livello provinciale sarà parziale – al termine dell’anno corrente saranno state presentate circa 700 denunce.

Per quanto riguarda le mail di Phishing, esse, prevalentemente, sembrano giungere da Istituti di Credito o da circuiti di intermediazione (“Cartasi”, “Mastercard”, etc.) che,  con l’invio delle stesse, non hanno nulla a che fare. Con dette mail, ai  risparmiatori, viene chiesto l’inserimento di dati che, successivamente, consentono ai malviventi l’accesso al conto on line delle carte stesse.

Si consiglia quindi di non rispondere mai a dette mail e, neppure, di aprire eventuali allegati alle stesse che potrebbero contenere dei programmi cosidetti “Trojan”.  Per le stesse ragioni si consiglia, in linea generale, di non aprire mail di cui non si conosce il mittente.

Come detto, anche chi acquista da siti non protetti, corre il rischio che la propria carta di credito venga clonata.  Quindi, acquistando on-line, è bene:

%name Utilizzi indebiti di carte di credito: un trend in crescita

1).  controllare il “lucchetto” e la “S”. Potete riconoscere un sito sicuro da due dettagli: l’indirizzo della pagina,  contenuto nella barra di navigazione in alto, che da http://www…  deve diventare https://www… (cioè dopo ‘http’ deve riportare una ‘s’) e il lucchetto chiuso, che deve apparire, in basso a destra oppure sulla barra di navigazione. Indicano rispettivamente che i dati sono criptati e non vengono condivisi;

 2).   informarsi sul venditore prima di comprare on line. E’ possibile iniziare cercando il nome della società/del venditore sui motori di ricerca, nei siti di comparazione prezzi, o sui social network.

Molti siti di e-commerce hanno una sezione che ospita commenti e valutazioni di altri acquirenti: su “eBay” ad esempio, al termine di ogni transazione, l’acquirente può lasciare un feedback (positivo, negativo o neutro) e un breve commento che può aiutare a valutare l’affidabilità del venditore.

Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per il Trentino Alto Adige

SEZIONE DI BOLZANO

Questo articolo è già stato letto 1686 volte!

Commenti

commenti

About Manuel Morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi