La più grande esercitazione missilistica della storia – Video

Da il 17 maggio 2014
missili

Questo articolo è già stato letto 20281 volte!

Nella mattina dell’8 maggio 2014 alla vigilia della festa per la vittoria nella seconda guerra mondiale il presidente russo Putin ha ordinato la più grande esercitazione missilistica integrata della storia della Russia, con missili a capacità nucleari compresi, e forse, per numero e tipologia dei sistemi impiegati, la più grande esercitazione missilistica della storia mondiale.

Il presidente Putin ha osservato l’esercitazione dal centro di coordinamento nazionale della difesa, presente nello stesso luogo anche il presidente bielorusso Lukashenko.

L’esercitazione ha coinvolto batterie di sistemi terra terra Grad, razzi non guidati dalla scarsa precisione ma che se lanciati in numero sufficiente e in un piccolo arco temporale, sono in grado di devastare una specifica area bersaglio. Sono stati lanciati però anche missili balistici estremamente precisi come gli Iskander M, sistemi d’arma accreditati della capacità di eludere i sistemi anti missili balistici occidentali così come sono stati lanciati tre missili balistici intercontinentali, uno da un lanciatore mobile nel poligono di Plesetsk e altri due da due differenti sottomarini nucleari il Tula e il Podolsk. Questi missili balistici intercontinentali hanno colpito obiettivi nel poligono di Kura in Kamchatka. Alle esercitazioni ha preso parte anche la componente di bombardieri strategici dell’aeronautica militare della Federazione Russa. Bombardieri strategici Tu-95 hanno lanciato missili da crociera a lungo raggio e compiuto missioni nei pressi delle basi americane di Guam, Okinawa, Alaska e California. Anche la difesa aerea ha partecipato all’esercitazione con i propri sistemi missilistici. Sono stati impiegati sistemi S-300/400 e Tunguska (SA-19) contro aerobersagli nella regione centrale ed occidentale della Federazione Russa. Una particolarità che vi vogliamo segnalare è l’impiego in queste esercitazioni del sistema ABM (anti missili balistici) della Federazione Russa. Un sistema che non rientra normalmente nelle esercitazioni combinate della difesa aerea e del quale non si dispone di molte immagini. Nel filmato della televisione russa RT che alleghiamo a questo post al minuto 3:20 per circa quindici secondi potete osservare il lancio di questi missile antimissile in possesso dei russi. Una dimostrazione di efficienza dell’apparato strategico russo, una dimostrazione che funge da avvertimento per gli Stati Uniti e che purtroppo alza drammaticamente il livello della tensione tra Mosca e Washington, perché tutti i missili balistici impiegati nell’esercitazione, così come i missili da croci era aviolanciati, posseggono capacità nucleari, fatto che mantiene la Russia nelle potenze mondiali e non in quelle regionali come due mesi fa aveva affermato il presidente americano. L’arsenale nucleare russo incute, almeno in noi, timore e va tenuto presente quando si tratta e si ha a che fare con il presidente russo di oggi.

La situazione ucraina e siriana e la crescente tensione internazionale, fa pensare che siamo alla vigilia di una nuova guerra su scala globale.

Sia in Ucraina che in Siria assistiamo allo scontro tra gli interessi statunitensi e russi.Siamo tornati in uno scenario da guerra fredda,con equilibri geopolitici sempre più precari e instabili.Sia la situazione ucraina e sopratutto quella mediorientale , fanno pensare all’avvicinarsi di una possibile guerra mondiale.Gli attori principali di questa guerra sono da una parte gli USA e alleati ( NATO,UE ecc ) dall’altra Russia ,Cina e molto probabilmente i paesi in via di sviluppo o Brics (India,Sudarica,paesi dell’America Latina ) .

lancio missili La più grande esercitazione missilistica della storia   Video

Un ruolo importante occupa la questione israelo/palestinese. Si può ipotizzare che questa nuova guerra finirà con la distruzione di entrambi gli schieramenti (a partire da quello israeliano e palestinese) e dal caos dominante sorgerà un Nuovo Ordine Mondiale, guidato dall’ ONU o dalla NATO, che consisterà nell’edificazione di un superstato globale di stampo tecnocratico. Da molto tempo nel settore dell’ informazione alternativa si parla di un carteggio avvenuto nel 1871 tra Albert Pike, un generale e avvocato statunitense nonchè gran maestro massone di grado 33º del Rito Scozzese Antico ed Accettato e Giuseppe Mazzini, il rivoluzionario italiano appartenente alla società segreta ” Carboneria ” .
In esso si parla della pianificazione di tre guerre mondiali, utili per l’instaurazione del ” Nuovo Ordine Mondiale ” voluto dalle elitè finanziarie , politiche e sociali facenti parte della rete degli ” Illuminati ”. Interessante è la descrizione della III guerra mondiale che fa esplicito riferimento alla questione israelo/palestinese.

“La Terza Guerra Mondiale dovrà essere fomentata approfittando delle divergenze suscitate dagli agenti degli Illuminati fra sionismo politico e dirigenti del mondo islamico. La guerra dovrà essere orientata in modo che Islam (mondo arabo e quello musulmano) e sionismo politico (incluso lo Stato d’Israele) si distruggano a vicenda, mentre nello stesso tempo le nazioni rimanenti, una volta di più divise e contrapposte fra loro, saranno in tal frangente forzate a combattersi fra loro fino al completo esaurimento fisico,mentale, spirituale ed economico ”.

Dall’altra parte anche gli americani fanno vedere i loro muscoli.. United States Armed Forces 2014 – US: The World’s Police? – EUA a Polícia do Mundo? U.S Military power 2014

Di questo passo.. dove stiamo andando?

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi