Predazzo: La voce della minoranza sui trampolini. Intervista a Ezio Brigadoi

Da il 19 maggio 2011

di Gianna Sartoni -

%name Predazzo: La voce della minoranza sui trampolini. Intervista a Ezio BrigadoiIntervista a Ezio Brigadoi  riguardo i lavori di ristrutturazione del centro del  Salto di Stalimen

Si dice che… la minoranza sia contraria ai mondiali  2013 e, quindi, alla ristrutturazione dei trampolini di salto. Chiediamo a Ezio Brigadoi lumi in merito.

Ezio Brigadoi: E’ vero, l’opinione pubblica si è convinta di questo, nonostante più volte ribadito sia in consiglio comunale che in altre sedi come non sia assolutamente vero.

Domanda: Vuoi essere più esplicito?

EB: Guarda, abbiamo anche chiesto di appoggiare la maggioranza per compattare il consiglio presso la PAT

D: E come è andata di preciso?

EB: Nella seduta del giorno 15 febbraio u.s., la minoranza aveva fatto richiesta di sottoscrivere una mozione mirata dove tutto il consiglio avrebbe appoggiato sindaco e giunta nella richiesta alla PAT, per riuscire a sgravare le casse del Comune dalla quasi totalità delle spese di gestione del centro del salto. Con molto stupore da parte dei presenti, la sindaco ha giudicato superflua e inopportuna questa mozione, significativa di evidente unità d’intenti, dichiarando che stavano lavorando in tal senso e che era fiduciosa in risultati positivi.

D: Possiamo, dunque, dormire sonni tranquilli…%name Predazzo: La voce della minoranza sui trampolini. Intervista a Ezio Brigadoi

EB: Ne dubito, già con i mondiali del 2003 erano state fatte promesse in merito alla convenzione comune/provincia riguardo gli oneri gestionali dell’impianto, finiti i mondiali tutto è rimasto invariato. La situazione odierna è che la PAT rimborsa fino al 37% del totale costo di gestione, negli ultimi anni le spese erano di circa 190 mila euro, di cui circa 70 mila a carico della PAT e il resto pari a 120 mila euro alle casse comunali. Considerando che, con i lavori di ristrutturazione, andremo incontro ad un aumento ragionevolmente prevedibile del 20%, se la convenzione resterà nei termini, il Comune dovrà prevedere un’uscita di circa 144 mila euro.

D: Essendo tu un addetto ai lavori, che eventuale soluzione auspicheresti?

EB: Credo che una buona proposta potrebbe essere quella di coinvolgere più direttamente il Comitato per i mondiali e l’Associazione Dolomitica, almeno per quanto riguarda i trampolini da 20 a 60 metri, nella gestione continuativa dell’impianto. Se prendiamo, ad esempio, la voce costo del personale pari a  100 mila euro all’anno, è una voce difficilmente rimborsabile da parte della PAT al Comune, in quanto sappiamo che tutto il personale comunale è in parte a carico degli Enti Locali, a sua volta già ente provinciale.

D: Pare un circolo vizioso, come uscirne?

EB: Come dicevo prima, con l’appoggio del Comitato Organizzatore dei Mondiali e della Dolomitica, ma in modalità continuativa, così da riuscire a contenere le spese a carico del Comune fino ad un massimo di 20/25% del totale costo di gestione.

%name Predazzo: La voce della minoranza sui trampolini. Intervista a Ezio BrigadoiGianna Sartoni

Questo articolo è già stato letto 2305 volte!

Commenti

commenti

About PredazzoBlog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi