Valle di Fimme Daiano, sì al campo da golf

Da il 4 marzo 2009

golf Valle di Fimme Daiano, sì al campo da golfDAIANO. Dopo numerose verifiche il progetto del campo da golf – lungamente contestato – sta davvero per partire, o ripartire. La giunta comunale, pur con il voto contrario dell’assessore Stefano Braito, ha dato l’assenso alla concessione dei terreni nella zona delle Ganzaie. Sono state poste condizioni che vanno dall’interdizione dell’uso dell’acquedotto comunale, all’eliminazione delle recinzioni. Fra gli obblighi, per la società che ha chiesto l’utilizzo dei terreni per la realizzazione del campo da golf, figura l’impegno di provvedere in proprio per migliorare la viabilità.
 Il sindaco Roberto Vanzo ha fatto sapere che non è stato finora sottoscritto alcun impegno da parte del comune. «Noi per ora ci siamo limitati come giunta – assicura il sindaco – a rispondere alla richiesta di concessione dei terreni pervenuta da persone intenzionate alla creazione di una società e alla realizzazione del campo. Altro non è stato fatto. Bisognerà attendere – ha aggiunto – la loro risposta, poi faremo le nostre valutazioni. Solo allora metteremo nero su bianco le condizioni precise e i vincoli che noi poniamo per la salvaguardia di alcuni aspetti importanti per il nostro paese».
 Ma la decisione di concedere i terreni non è nata per caso. «Era stata creata un’apposita commissione – ribadisce il sindaco Roberto Vanzo – con lo scopo preciso di valutare la proposta. Nella commissione doveva esserci anche un rappresentante del comitato “Campo da golf? No grazie”, ma il comitato ha preferito restare fuori. Sono stati fatti alcuni sopralluoghi per la verità un po’ alla spicciolata ai campi di golf di Sarnonico, a quello di Carezza e a quello di Monte San Pietro per rendersi conto dal vivo come funziona e quali problemi poteva creare. L’impressione è stata positiva per cui la giunta a questo punto, nonostante il parere contrario dell’assessore Stefano Braito ha deciso di procedere».
 Nei vincoli per l’irrigazione del campo da golf posti dal comune, come ha spiegato il sindaco Vanzo, la società dovrà realizzare a proprie spese dei vasconi di carico dell’acqua senza utilizzare l’acquedotto comunale.
 Al massimo potrà essere utilizzata l’acqua in esubero dell’acquedotto, quella che risulta dalle tubazione del “troppo pieno”. Come è noto il campo da golf sorgerà in gran parte sul territorio del comune di Daiano nell’area compresa fra le Ganzaie – Laghi- e Pozzal. Qui saranno create 11 buche, mentre le altre 7 saranno realizzate sul territorio di Carano, paese che non ha espresso contrarietà al progetto.
 A Carano la popolazione non si è mai opposta alla nascita dei campi da golf, ritenendoli un tassello importante per completare l’offerta turistica. Per la viabilità – hanno chiarito gli esperti – il golf non è uno sport di massa per cui non ci dovrebbero essere problemi par la presenza di 30 – 50 macchine al giorno.

Il Trentino
 

Questo articolo è già stato letto 2885 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi