Cavalese: «Da sudditi a cittadini» il libro degli studenti ha fruttato 2.600 euro destinati all’Africa, con l’apprezzamento del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Da il 28 marzo 2010

Logo%2520Rosa%2520Bianca%2520480x480 Cavalese: «Da sudditi a cittadini» il libro degli studenti ha fruttato 2.600 euro destinati all’Africa, con l’apprezzamento del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Un pozzo grazie al libro degli studenti – L’Istituto di istruzione «La Rosa Bianca» di Cavalese ha consegnato all’associazione di Merano «Pozzo di Giacobbe», fondata dallo scrittore Paolo Valente , 2.600 euro raccolti con la diffusione del libro «Da sudditi a cittadini. Quando nasce la Costituzione». Sono destinati alla realizzazione di un secondo pozzo per acqua potabile in Africa. Il libro è stato il frutto di un progetto didattico cofinanziato dalla Fondazione Caritro di Trento, con protagonisti studenti e studentesse delle classi terze F e C del Liceo delle scienze sociali, durante l’anno scolastico 2008/2009. Il volume ha avuto anche l’apprezzamento del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Da sottolineare l’impegno profuso nella sottoscrizione delle classi del Liceo sociale e del biennio del Liceo tecnologico di Cavalese, con fondi raccolti tra gli studenti, i docenti e i non docenti, oltre che tra la popolazione delle valli di Fiemme e Fassa. Contributi sono arrivati anche dalla Cassa rurale Centrofiemme, dalla Flc Cgil di Trento, da Bologna, dalla Puglia, dalla Calabria e da altre regioni. «Riteniamo molto significativa la somma raccolta», dicono il dirigente scolastico Lorenzo Biasiori ed il responsabile del progetto Francesco Pugliese . «Grazie di cuore a tutti coloro che hanno contribuito. Andiamo così a realizzare il nostro secondo pozzo per acqua potabile in Africa, dopo il primo costruito con la diffusione della “Guida al Museo di nonno Gustavo” di Bellamonte, al quale ha contribuito generosamente il padre del Museo, Rinaldo Varesco . Il progetto è stato avviato nel 2008, nel 60°anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, bel documento purtroppo ancora sulla carta, poco attuato e non ovunque». M. F.

Questo articolo è già stato letto 2613 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi