Earth Hour 2009: Un’ora per la Terra, spegniamo tutti le luci per un’ora. WWF

Da il 28 marzo 2009

0000001397 Earth Hour 2009: Un’ora per la Terra, spegniamo tutti le luci per un’ora. WWFOggi, 28 Marzo 2009, ricordiamoci di spegnere tutti le luci per un’ora, dalle 20.30 alle 21.30.  L’iniziativa, Un’ora per la Terra, promossa dal WWF, riguarda l’intero pianeta ed ha l’obiettivo di sensibilizzare quante più persone possibili rispetto al problema della distruzione delle risorse naturali. 

Dalle metropoli ai piccoli centri in tutto il mondo si spegneranno tutte le luci non essenziali, un gesto apparentemente piccolo ma che possiede una grande forza, per chiedere ai potenti una maggiore attenzione verso i mutamenti climatici, allo scopo di arginarli. Allora preparate candele, lumi e torce per accendere la speranza di un pianeta migliore.

Scatta l’ora della Terra: oggi dalle ore 20,30 alle 21,30 milioni di persone nel mondo spegneranno le luci per l’«Earth Hour», l’iniziativa promossa dal WWF in tutto il mondo. L’associazione ambientalista è uno dei partner principali della Campagna del Millennio in Italia e da anni lavora sull’impatto negativo che i cambiamenti climatici provocano sulle popolazioni più povere della terra, come recita la nota. «Aderire a Earth Hour significa anche essere a fianco dei Paesi più poveri per sconfiggere la povertà estrema. L’emergenza climatica è infatti una seria minaccia per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del Millennio e rischia di mettere a repentaglio i progressi compiuti fino ad oggi dai Paesi più poveri nella lotta alla povertà – ha dichiarato Marta Guglielmetti, coordinatrice per l’Italia della Campagna del Millennio dell’Onu, nel comunicato ufficiale – Tra pochi mesi l’Italia ospiterà il G8 e aderire all’iniziativa promossa dal WWF significa anche mandare un messaggio chiaro agli otto leaders: i Paesi sviluppati sono i maggiori responsabili del cambiamento climatico e per questo devono assumere una posizione di leadership nei negoziati sul clima e sostenere il finanziamento degli interventi di mitigazione, adattamento e trasferimento di tecnologie a favore dei paesi più poveri e maggiormente colpiti».

Per l’«Earth Hour» stasera  l’Italia si spegnerà da nord a sud con oltre 100 città coinvolte nell’iniziativa. Un’ora senza luce durante la quale prenderanno vita centinaia di iniziative, incontri, concerti, spettacoli. Un buio simbolico, che servirà a dire ai grandi della Terra di agire contro i cambiamenti climatici non dimenticando i più poveri.

In Italia si spegneranno i più importanti tesori dell’arte e dell’architettura: il Colosseo, la Cupola di San Pietro, Palazzo Madama, Montecitorio, Palazzo Valentini, il Ponte di Rialto, la Torre di Pisa, il Maschio Angioino, la Reggia di Caserta e tanti altri. Ma Earth Hour non si ferma all’Italia. Quando alle 20,30 in Italia si comincerà a festeggiare l’Ora della Terra infatti già la metà del globo avrà vissuto centinaia di spettacolari spegnimenti a Sydney, Pechino, Seoul, Hong Kong, Manila, Bangkok, Mosca, Città del Capo. Insieme a Roma e alle altre città italiane si spegneranno Parigi e Copenaghen e quindi Earth Hour proseguirà ad occidente per arrivare a Las Vegas passando per Buenos Aires, Rio de Janeiro, Toronto, New York e Lima.
http://www.wwf.it/oradellaterra/registrati.aspx

Questo articolo è già stato letto 4547 volte!

Commenti

commenti

About mauro morandini

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi